fonziePer fortuna non si nasce sicuri o insicuri; fiducia e autostima non sono cose che rimangono immutabili, ma si possono davvero migliorare. Cambiare non è impossibile, si è sempre in cambiamento, e con le azioni giuste si possono raggiungere grandi risultati.

  • Primo esercizio: Evitare di evitare

Quando si devono affrontare nuove situazioni o situazioni “scomode” che prevedono il metterci alla prova specialmente rispetto a cose nuove, generalmente tendiamo ad evitare volentieri di affrontarle. Ogni nuova situazione evitata ci confermerà la nostra incapacità bloccandoci ancora di più. Per migliorare la propria autostima è necessario, invece, affrontare le proprie paure, non farsi più sopraffare ed ostacolare da esse. Bisogna cominciare a vederle e sfruttarle come occasioni di crescita personale. Affrontare nuove sfide ci porta a spingerci sempre un pò più in là. Infatti, ogni volta che si affrontano delle situazioni nuove e si superano le proprie paure, cresce la convinzione circa le proprie capacità, com’è giusto che sia, e si ha ancora più voglia di buttarsi e andare alla ricerca altre sfide. Questo, chiaramente, non può voler dire anche “non fallire mai”. Anche i fallimenti servono per imparare qualcosa di noi e per “raddrizzare il tiro” la volta successiva. Il modo più semplice per migliorare l’autostima dunque, è quello di fare nuove e varie esperienze.

  • Secondo esercizio: Comportarsi “come se”

Un altro esercizio molto efficace per aumentare la sicurezza di se stessi è la tecnica del “come se”, chiedendoci ad esempio cosa faremmo oggi se fossimo e ci sentissimo delle persone più sicure di noi stesse. Si comincia, dunque, la mattina mentre ci prepariamo per uscire, immaginandoci per alcuni minuti la nostra giornata come se fossimo persone davvero sicure di noi e facendo un elenco mentale di azioni che faremmo se ci sentissimo in questa condizione (buttarsi in nuovo progetto di lavoro, chiedere alla ragazza che ci piace il numero di telefono, oppure semplicemente camminando più eretti, ecc.). Di tutte queste azioni, scegliamo la più piccola e semplice da realizzare e la mettiamo in atto durante la giornata, facendo il giorno dopo la stessa cosa con un’altra azione, più quela del giorno precedente. È fondamentale iniziare e procedere a piccoli passi così da non sentirsi sopraffatti e bloccarsi.